SALDATURA A ELETTRODO

Saldature certificate a Piancogno

Derivato dai procedimenti ad arco sviluppati fra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, il procedimento ad elettrodo fonda le sue radici in un'applicazione il cui l'elettrodo non è rivestito. Ciò comporta una ossidazione più rapida, introducendo ossidi e altre diverse impurità nel bagno di saldatura. Bisognerà quindi aspettare gli sviluppi successivi per avere prova dell'utilità di un rivestimento esterno, rispetto al materiale metallico di cui è composto l'interno. La saldaturaè l' ideale per quasi tutte le leghe metalliche ferrose e non ferrose: l'elettrodo è composto da una bacchetta di metallo detta "anima" e lunga solitamente 45 cm e con diametro da 1,5 a 9 mm, ricoperta da un impasto essiccato detto "rivestimento", composto a sua volta da vari materiali disossidanti. Grazie agli operatori specializzati, l'Azienda è in grado di garantire un'applicazione duratura, efficace e garantita !

Il procedimento

Durante la fase di saldatura, quando l'elettrodo fonde, fondono allo stesso tempo anche i componenti del rivestimento reagendo fra loro e modificando la composizione dell'atmosfera in cui scocca l'arco. Una volta giunti sul bagno di saldatura, formano una scoria di minore densità del metallo di fusione che galleggia sul bagno, proteggendo la fusione dall'ossidazione atmosferica, durante la fase di solidificazione.

Risultati efficienti

Grazie al procedimento adottato, la tecnologia della saldatura a elettrodo consentirà di ottenere risultati di grande efficienza su tutte le diverse leghe metalliche, senza presentare alcun tipo di impurità o ossidi.

Per maggiori informazioni e dettagli 0364 466415

Share by: